Le Sagre del Capo di Leuca nel Salento

pomodori appesi, una festa per il palato

Andar per sagre per scoprire l’autentica cucina del Sud Salento

Tra le diverse attrattive che hanno portato migliaia di turisti ogni anno ad affollare spiagge e piazze ci sono sicuramente il mare, l’arte, le tradizioni di una terra unica. A queste però bisogna aggiungere le sagre e le feste patronali, appuntamenti popolari imperdibili e sempre molto attesi per chi arriva in vacanza nel Salento.

Se le feste patronali sono da sempre la celebrazione del Patrono, le sagre invece sono l’esaltazione di un prodotto culinario, di un frutto della terra, di una specialità insomma rigorosamente locale.

E allora troviamo che il borgo di Tiggiano festeggia la sua pestanaca (una varietà di carota), Miggiano, Ortelle, Montesardo, la carne di maiale, Morciano il peperoncino, Patù la sciuscella, Cannole la municedda, Santa Maria di Leuca il pesce fritto e via dicendo.

Con gli anni e lo sviluppo del turismo le sagre sono diventate tantissime ed hanno contribuito a far conoscere e valorizzare tutti i piatti e le ricette tipiche della tradizione salentina che altrimenti sarebbero stati soppiantati da ricette nuove e moderne.

Oggi il calendario delle sagre organizzate in tutta la Puglia e nel Salento, si infittisce con date che spesso si accavallano tra loro da rendere veramente difficile la scelta su dove andare per primo.

Grazie al comitato Sagre del Capo di Leuca, da diversi anni molte associazioni hanno pensato bene di mettere insieme idee, forze e iniziativa. Questa soluzione ha permesso il dialogo tra consociati dello stesso territorio, una più efficace distribuzione delle risorse e delle date nel calendario delle sagre.

Leggi anche:  Trekking a Santa Maria di Leuca, si cammina sul mare

Per concludere è fondamentale consultare il calendario delle Sagre del Capo di Leuca con tutte le date per il periodo in cui ci si trova in vacanza nel Salento.

Quali sono le sagre del Capo di Leuca salentino?

I fichi d'india ficarigne del Salento
I fichi d’india ficarigne del Salento – Foto Ciullo Pantaleo
  • BARBARANO DEL CAPO:  si svolge in questo piccolo e grazioso borgo la SAGRA DELLE 10 P il cui nome richiama la famosa epigrafe presente sul complesso di Leuca Piccola.
  • MORCIANO DI LEUCA: SAGRA DE LI DIAVULICCHI, nel centro storico in prossimità del castello e del vico fortificato, si svolge la sagra più piccante del Salento. Più piccante in quanto, oltre alle ai piatti tipici locali, ci sono specialità a base di peperoncino. 
  • SALIGNANO: SAGRA DEI SAPORI DI CAMPAGNA SOTTO LA TORRE. Questa sagra si svolge ai piedi della famosa torre cinquecentesca. 
  • TUTINO DI TRICASE: RITI E SAPORI INTORNO AI MENHIR. Anche questa sagra prende il nome dal suggestivo menir nel centro storico di Tutino, un minuscolo borgo nell’entroterra adriatico.
  • ARIGLIANO : SAGRA DELL’ANGURIA. Nella piccola frazione, praticamente un quartiere di Gagliano del Capo, si svolge queste pittoresca sagra dell’anguria, frutto estivo e simbolo dell’estate salentina. 
  • CORSANO: SAGRA AGRESTE. La particolarità di questa sagra è che si svolge in un grande campo di ulivi delimitato da muretti a secco, e si ripropone di rievocare la vita semplice dei contadini di un tempo.
  • GAGLIANO DEL CAPO: SAGRA DE LI CAPUVACANTI E DE LI PIATTI CHINI . Il nome della sagra ironizza sui soprannomi con i quali si schernivano in passato gli abitanti di Gagliano del Capo.
  • CASTRIGNANO DEL CAPO: SAGRA DE LI PIATTI NOSCI . Si svolge all’interno del Borgo Terra un piccolo quartiere medioevale di Castrignano del Capo. Si propongono piatti nostri, cucina locale. 
  • TRICASE PORTO: SAGRA DEL PESCE AL BORGO DEI PESCATORI. In un borgo di pescatori con un porto ed una tradizione marinara antica, non poteva mancare la sagra a base di pesce.
  • TIGGIANO: SAGRA DELLE 4 PIGNATE. A Tiggiano si svolge la sagra in onore della Pignata, la pentola salentina per eccellenza. 
  • CAPRARICA DI TRICASE: SAGRA MACARIA CISTAREDDA. Un viaggio alla scoperta e alla valorizzazione dell’identità culturale salentina.
  • DEPRESSA DI TRICASE: SAGRA DE LA PASTA FATTA A CASA. La sagra ripropone la Pasta fatta in casa, dalle sagne torte alla massa, dalle orecchiette ai minchiareddi. 
  • SANTA MARIA DI LEUCA: SAGRA DEL PESCE FRITTONella bellissima Leuca, la terra dei pescatori dove la tradizione del mare è antichissima, si svolge la sagra del pesce fritto. 
  • SANTA MARIA DI LEUCA: SAGRA DEI SAPORI DEL MARE AI PIEDI DELLA CASCATA MONUMENTALE
  • ANDRANO: SAGRA DELL’ARTE CULINARIA SALENTINA
  • SALVE: SAGRA DE LA TARANTA E DE LA PIZZICA, nel caratteristico centro storico di Salve a due passi dalle spiagge dorate di Pescoluse, si gustano i piatti tipici della cucina salentina al ritmo della pizzica. 
  • PATU’: SAGRA DELLA SUSCELLA, una particolare pietanza a base di polpette dei poveri con uova, formaggio, pan grattato e menta.
  • SAGRA DELLA CUCUZZATA a Vitigliano
Leggi anche:  Feste e tradizioni, ferragosto a Santa Maria di Leuca

Le sagre nel Salento, si mangia all’aperto tra bancarelle e luminarie

Mangiare all’aperto è anche un invito all’allegria. Infatti sarà per questo motivo che le sagre hanno così tanto successo, per voglia di leggerezza e di lasciarsi andare nella maniera più semplice e circondati da un’atmosfera di sana vitalità.

Occorre viverla una sagra nel Salento! E’ una festa della generosità dove il borgo intero gioisce nel mostrare la parte più bella del proprio paese. Piatti tipici che orgogliosamente sono esposti con semplicità come lo è l’ospitalità salentina.

Ulteriore tema che arricchisce e rende uniche le sagre e le feste del Salento è quello della musica, del ritmo della pizzica, la danza terapeutica diventata la danza popolare più conosciuta. E poi ci sono le luminarie salentine, un misto di tradizione e maestria artigianale si fondono trasformando le strade e le piazze in merletti luminosi e magici, palcoscenico per uno spettacolo unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.