Leuca Piccola e la via Francigena-Leucadense del Salento

Illuminazione artistica Santuario di Leuca Piccola
Illuminazione artistica Santuario di Leuca Piccola

Un’antica stazione di sosta per i pellegrini diretti a Santa Maria di Leuca

Arcate Leuca Piccola illuminate
Arcate Leuca Piccola illuminate

Leuca Piccola è un complesso monumentale ubicato a pochi munuti da Santa Maria di Leuca. Passandoci colpisce l’imponenza delle arcate da un lato ed il pronao neoclassico dall’altro. Entrambi erano parte integrande di una grande piazza, oggi interrotta dal passaggio della strada a fine del 1800.

Tuttavia quello che possiamo ancora ammirare ci racconta di fede, di cammini e di un luogo di incontro. Leuca Piccola infatti rappresentava la penultima tappa sul cammino che intraprendevano i pellegrini verso il Santuario di Leuca. Per ottenere l’indulgenza o chiedere una grazia era fondamentale recarsi a Leuca almeno una volta nella vita. E quindi i punti sosta proliferavano in lungo ed in largo per tutto il Salento.

I pellegrini in viaggio trovavano i religiosi disposti ad ospitarli nella chiesetta e nei locali attigui (molto piccoli), il tempo di attingere l’acqua dai pozzi e riempire le borracce, un riposo, una preghiera e quindi riprendere il cammino. Intorno alla fine del XVII secolo il nobile Don Annibale Capece intraprese un’opera di ristrutturazione e l’ampliamento della chiesa e dell’intera piazza.

Grazie al suo lungimirante progetto nacquero anche gli ambienti sotterranei dove i pellegrini si potevano riposare durante tutto il periodo dell’anno. Nel loro interno a temperatura costante, tra le nicchie ci si riposava riparandosi dal caldo o dal freddo.

In seguito all’ammodernamento del sito da parte del Barone, a Leuca Piccola arrivarono molti più pellegrini. Essi infatti potevano trovare la locanda, comprare i prodotti alla fiera mercato, ferrare il loro cavallo al maniscalco vicino.

Leggi anche:  La festa del fuoco a Presicce, riti e tradizioni nel Salento

La struttura della chiesa già esistente riprende le costruzioni fortificate del tempo mentre gli affreschi nel suo interno sono tutti settecenteschi. Di particolare pregio, gli affreschi laterali e quelli della volta, una sinopia della Madonna e due singolari, forse unici, confessionali ricavati all’interno delle mura portanti.

Perchè Leuca Piccola?

Conosciuta come Leuca Piccola, la chiesetta esistente (probabilmente cinquecentesca ma eretta su dei resti più antichi) riprodurrebbe in piccolo, le sembianze della facciata del Santuario di Leuca. Ovviamente non quella che vediamo oggi ma quella distrutta dall’incursione di metà XVII secolo. Oggi non possiamo confrontarlo in quanto lo stesso Santuario fu distrutto e la versione che oggi ammiriamo è quella relativa all’ultima ricostruzione ad opera del Vescovo Giannelli.

Dalla terrazza del pronao del monumento è possibile ammirare la parte di facciata della chiesa come era in origine. Il pronao neoclassico infatti è stato addossato alla chiesetta preesistente in seguito al progetto di ristrutturazione del XVII secolo, impedendo in questo modo, la vista della facciata originale.

Dove si trova Leuca Piccola nel Salento?

Possiamo trovare il Complesso di Leuca Piccola, o Santa Maria di Leuca del Belvedere, a Barbarano del Capo che è la piccola frazione del Comune di Morciano di Leuca.

Il complesso si può visitare durante tutta l’estate grazie al servizio di apertura attivo dalla pro loco Torre Vado per conto del Comune di Morciano di Leuca. Si possono anche prenotare le visite per tutti gli altri periodi tramite prenotazione. Il tour permette di visitare i sotterranei con i pozzi di acqua, la chiesetta con gli affreschi , la sacrestia con i confessionali scavati nelle pareti, la scala interna che porta al terrazzo panoramico, la passeggiata lungo le arcate monumentali che delimitavano la piazza e la zona del mercato.

Leggi anche:  Leuca.info regala la mappa da stampare

Interessante anche il percorso che da Leuca Piccola conduce alle Vore di Barbarano. Inghiottitoi di natura carsica che conservano un ecosistema molto particolare.

Il Complesso monumentale di Leuca Piccola nella sua imponenza e bellezza, è un invito a sostare e pregare, prima di riprendere fiato ed intraprendere la parte finale del cammino sino a Santa Maria di Leuca. Ci troviamo infatti sui sentieri dei Cammini della Via Leucadense-Francigena, i percorsi segnati dai pellegrini verso il Santuario di Leuca.

Così recita un’epigrafe sull’arco di ingresso dei sotterranei e che da secoli accoglie i pellegrini diretti a Santa Maria di Leuca:

“Don Annibale Capece or mi feconda
Se un tempo sviscerar fece il mio seno;
entra qui, dunque,e ti trattenga almeno
l’ombra, il fresco, la mensa, il vino e l’onda.”

Le 10 P di Leuca Piccola, qual è il loro significato?

Illuminazione artistica Santuario di Leuca Piccola
Illuminazione artistica Santuario di Leuca Piccola

Leuca Piccola è famosissima anche per la sua famosa epigrafe delle 10 P, un’incisione con dieci lettere P appuntate su una targa di cui l’ originale si sono perse le tracce nel tempo. Oggi, ripristitnata, si presenta sul fronte della prima arcata dal lato della strada.

Ecco il significato delle 10 P di Leuca Piccola

Parole Poco Pensate Portano Pena Perciò Prima Pensare Poi Parlare.

Quali feste si svolgono a Leuca Piccola?

Ogni anno la festa del Primo maggio apre a Leuca Piccola tutti gli eventi del Capo di Leuca. Si festeggia Santa Maria di Leuca del Belvedere, una delle feste più attese e richiama tantissime persone da ogni parte del Salento. E’ prevista una grande fiera mercato lungo l’intero tracciato della piazza, e nei vicoli del centro di Barbarano del Capo.

Leggi anche:  La sagra del Pesce fritto a Santa Maria di Leuca

La chiesetta è illuminata a festa, le luminarie accendono le stradine del paese e la banda allieta con i suoi suoni dalle prime luci dell’alba. Solitamente a chiudere la serata un concerto dal vivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.