Località del Ciolo marina di Gagliano del Capo vicino la Marina di Santa Maria di Leuca in Puglia - Oggi: 18/08/2017

italiano Santa Maria di Leucaenglishfrancaisdeutschespanol

Salento: Il Ciolo

 

 dal territorio del comune di Gagliano, essendo su una bella altura, si può godere di una vista stupenda sul Il Ciolo mare.  Dal paese si apre una profonda gravina che poi giunge in mare formando una piccola caletta di ciottoli; tra le due sponde del canyon un ponte dal quale i più temerari provano l’ebbrezza dei tuffi mozzafiato. Questo posto che prende il nome dall’omonima grotta e che è visitabile solo dal mare, la grotta del CIOLO  (in dialetto ciola significa gazza o corvo che frequentemente si nascondevano lungo queste grotte costiere) è sicuramente uno dei più suggestivi di tutto il Salento.  Il sentiero lungo il canalone che porta alla caletta è percorso ideale per gli amanti del trekking e della natura, con la possibilità di trovare piante particolari e rare come il fiordaliso di leuca  e tante specie di orchidee selvatiche; Tra le tante grotte rupestri di cui il territorio è ricco, vale la pena ricordare la grotta delle Prazziche, chiusa al pubblico, dove sono stati rinvenuti reperti del neolitico e del paleolitico.

Località Ciolo, a due passi da Santa Maria di Leuca, è un luogo molto ricercato per gli amanti delle arrampicate lungo le pareti rocciose a picco sul mare, un posto per i naturalisti all’interno e fuori dalle grotte; posto ideale per i sub che hanno a disposizione pareti di molti metri immerse nel mare con tante falesie, grotte ed anfratti da esplorare;  un mare dal colore azzurro intenso o verde smeraldo che rappresenta  insomma un luogo ed un paradiso per tutti.


Dal 2006, con decreto della Regione Puglia, parte del territorio di Gagliano del Capo ricade nel PARCO COSTA OTRANTO –SANTA MARIA DI LEUCA E BOSCO DI TRICASE: un grande passo in avanti per salvaguardare una parte  importante della costa del Salento,  ricca di testimonianze architettoniche ma anche fonte di tantissime specie animali e varietà di piante assolutamente unici e rari.  


Patrocinato dal COmune di Castrignano del Capo e dal COmune di Gagliano del Capo