Apertura Cascata Santa Maria di Leuca 2014, feste e sagre

Impossibile immaginare una natura più imponente e maestosa di quella che si ammira nell punto terminale dell’Acquedotto Pugliese, il più grande acquedotto europeo: è la cascata di Santa Maria di Leuca. Le sensazioni nell’ammirare questa meraviglia sono indescrivibili, nessuna parola può renderle il giusto omaggio, nessuna foto. Non esiste un termine per descriverne il frastuono roboante dell’acqua, tra i dolci colori del mar Ionio che qui incontra l’Adriatico, e l’emozione di camminare in questa città che rappresenta il lembo estremo della Puglia.

Apertura 2014 Cascata Santa Maria di Leuca

Per capire, è necessario vedere la Cascata in tutto il suo splendore, quando è attiva, come capita in occasione delle Feste dell’Acqua, offrendo vedute da capogiro e sempre differenti. La nuova illuminazione che risale al 2010, la rende ancor più affasccinante.

A decretare la supremazia della Cascata di Leuca, sono i numeri: la cascata di acqua salmastra, ha una portata di 1000 litri al secondo; il dislivello è di 120 metri; l’acquedotto venne iniziato nel 1906 ma solo nel 1939, con la pausa durante la I Guerra Mondiale, l’acqua pubblica giunse a Leuca; la scalinata di 284 gradini, composta da due rampe di scale, fa da contorno all’Acquedotto Pugliese, collegando la Basilica al sottostante porto.

E come se non bastasse, a far da cornice al luogo si trova una delle città più incantevoli che si possa immaginare, nella quale, in occasione delle Feste dell’Acqua, giungono migliaia di turisti. Per il 2014, le giornate d’apertura della cascata monumentale saranno sempre di venerdì, e sempre alle 19.45, e in particolare nel mese di Luglio avverranno il 18 e il 25, mentre per il mese di Agosto sono previste ben cinque aperture: l’1, l’8, il 15, il 22 e il 29 Agosto; il 5 Settembre in via del tutto eccezionale, la cascata verrà aperta nuovamente.

Le due aperture del mese di Luglio avvengono quasi in concomitanza con la centenaria Fiera della Madonna del Canneto a Giuliano, frazione del comune di Castrignano del Capo. La fiera comincia il 2 Luglio 2014, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza degli antichi mestieri salentini, dell’arte, dell’artigianato e dei sapori genuini della tradizione enogastronomica del Salento.

Una delle prime aperture di Agosto è in data 8 Agosto 2014 che coincide con la bellissima festa di Salignano, che insieme a Santa Maria di Leuca è una delle frazioni del comune di Castrignano del Capo. Il 9 Agosto infatti la famosissima Sagra dei Sapori Antichi di Salignano offrirà specilità culinarie tipiche del Salento, che seguono un’accurata scelta delle materie prime ed una lavorazione manuale artigianale, come i minchiareddi, la “salamura” cotta, pezzetti di carnedi cavallo, dolci tipici locali come le pittule. Non mancheranno curiosità, artigiani, creatori di sapori tipici, per degustare i sapori tradizionali salentini di un tempo, mantenendo i profumi antichi.

L’apertura della Cascata più suggestiva, è senza dubbio quella che avviene in occasione del Ferragosto; il 14 Agosto infatti si svolge la tradizionale “intorciata” in preparazione alla festa dell’Assunta del 15 Agosto: la statua della Madonna viene condotta verso i devoti che dalla chiesa di Cristo Re, nella Marina di Leuca, si dirigono verso la Basilica. Il 15 Agosto 2014 dopo la tradizionale processione a mare in cui la statua sacra raggiunge la marina di San Gregorio e fa rientro a Leuca, ci sarà l’apertura della cascata monumentale, in un tripudio di maestosità e potenza.

Il 26 Settembre a Castrignano del Capo vengono venerati i Santi Medici e S. Michele Arcangelo. Nel 2014, questa sentita festa religiosa potrà essere abbinata all’eccezionale apertura settembrina della cascata monumentale. Ci sono due punti in questa stagione da cui si potrà ammirare la cascata in tutto il suo splendore: il belvedere superiore e quello inferiore.

Le feste a Santa Maria di Leuca non si concludono al termine dell’estate, perchè il patrimonio storico-culturale di questi luoghi resta vivo in ogni periodo dell’anno, tenuto attivo dalla vitalità e dalla tradizione cristiana del Salento. Infatti sempre a Salignano, il 30 Novembre 2014 verrà celebrata la festa di sant’Andrea e per le strade della cittadina, numerose bancarelle dedicate ad artigiani, hobbisti e all’agroalimentare tengono alta la tradizione di eccellenza e di qualità delle zone del Basso Salento. La Cascata di Leuca anche ad autunno inoltrato sarà bellissima da ammirare, perchè è ancora attorniata da una vegetazione rigogliosa fatta di alberi secolari della macchia mediterranea, sottobosco a macchia, e felci.

La festa di San Giovanni Crisostomo, che viene celebrata il 27 Gennaio, rappresenta una delle più antiche tradizioni religiose di Giuliano che si rinnova da vari anni e si tramanda di generazione in generazione, di padre in figlio.E’ una celebrazione di altissimo significato religioso, ma anche storico, culturale e gastronomico. L’occasione sarà un modo per raggiungere Leuca e ammirare ciò che della cascata monumentale più rimane nascosto durante la bella stagione, come per esempio la lapide sulla quale è riportata la mappa dell’intero progetto dell’Acquedotto.

A Febbraio e Marzo, Salignano offre nuove occasioni per una visita nel Basso Salento, in particolare il 2 Febbraio si festeggia la Madonna della Purificazione e il 19 Marzo si tiene la nota fiera di San Giuseppe innanzi alla chiesa dedicata al Santo, una delle massime espressione del sentimento religioso salentino. Infine, con l’inizio della primavera, Santa Maria di Leuca torna a vestirsi a festa: tornano i mercatini, gli artisti, i banchetti per strada di gastronomia, bigiotteria, oggetti d’artigianato, e lavori a maglia e di ricamo. In particolare il 13 Aprile, la Festa perpetua in onore di Maria ricorda una grazia particolare fatta dalla Madonna ai leuchesi: un maremoto seppellì con un ondata gigantesca parte della cittadina, e solo l’intercessione della Madonna salvò gli abitanti e fece rientrare le acque. La chiesa di Leuca in questo caso rappresenta un momento di unione col territorio circostante e con la vita della gente, e sicuramente una nuova occasione per una visita alla Cascata Monumentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *