Il Cardinale Bagnasco a Leuca

Il 25 Aprile 2014 alla Basilica di Santa Maria di Leuca è stato ospite il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana e vice presidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee.

DSC_1882-90x90Accolto da Monsignor Vito Angiuli, Vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, dal Rettore-Parroco don Gianni Leo, dal Vicario generale don Beniamino Nuzzo, e diversi sacerdoti, il Cardinale nel pomeriggio si è trasferito ad Alessano, e alle 17,00 ha visitato la tomba di don Tonino Bello, il famoso sacerdote e vescovo di Molfetta, nato a Lecce nel 1935, presidente del Movimento internazionale “Pax Christi”.

Persona umile e grande scrittore, Don Tonino Bello è sempre stato apprezzato da Bagnasco: egli aveva mobilitato la propria Diocesi contro l’insediamento dei caccia bombardieri della NATO in Puglia e aveva partecipato a numerosi cortei non violenti e pacifisti in occasione dei conflitti internazionali, come la marcia a piedi dei 500 su Sarajevo.
L’uomo che accolse le famiglie di sfrattati nella propria abitazione del palazzo vescovile, è stato onorato dalla visita del Cardinale Bagnasco che ha ricordato, nell’anno pastorale incentrato sul matrimonio, che la famiglia si deve sempre confermare la ‘cellula della società’, il maggiore presidio affettivo, morale e anche economico per tutti.

Accreditato quale possibile successore di papa Benedetto XVI al soglio pontificio nel 2013, alle 17,30 il Cardinale ha professato una solenne concelebrazione eucaristica nell’ex Cattedrale del Santissimo Salvatore ad Alessano.

Subito dopo è stata inaugurata la “Casa della convivialità Don Tonino Bello”, realizzata con risorse dell’8 per mille della Diocesi e con donazioni private: destinato ad accogliere pellegrini e immigrati, l’ex Convento sarà gestito da suore e sarà al servizio della carità e dell’accoglienza, proprio in onore del carisma e della spiritualità del vescovo don Tonino Bello, e dei princìpi che porta avanti il Cardinale Bagnasco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *