Stella d’Italia, in cammino partendo da Santa Maria di Leuca.

E’ in preparazione una lunga camminata con partenza da quatto bellissime città italiane: Genova, Venezia, Reggio Calabria e la splendida Santa Maria di Leuca.
Distribuito su 60 giorni, il cammino muoverà in date diverse dal nord-est, dal nord-ovest, dal sud-est, dal sud-ovest, da queste città simbolo le quali hanno dato la disponibilità a ospitare le partenze, essere luogo di raccolta dei camminatori, offrire eventuale ospitalità in strutture pubbliche.
Dal nord, dal centro e dal sud, i percorsi assumeranno la forma dei bracci di una stella e convergeranno verso il centro.
L’arrivo sarà a L’Aquila, che oltre a trovarsi in una posizione centrale nel nostro Paese, rappresenta anche il bisogno e desiderio di ricostruzione. Qui sarà in programma una tre giorni dal 5 all’8 luglio, in cui si terranno I fuochi dell’Aquila, una serie di incontri che mettono al centro il terremoto nel suo senso geologico, ma pure figurato come frattura, disequilibrio con il passato.
In programma incontri, spettacoli e musica nel centro storico della città.

La marcia che in particolare parte da Leuca, sarà anche un “cammino” alla scoperta dei luoghi meno noti e meno frequentati della Puglia,  fornendo anche l’occasione a tutti i camminanti e ai cittadini che vedranno attraversati i loro luoghi, di raccontarsi e raccontare,  parlare dei problemi o delle eccellenze del proprio territorio.
“Stella d’Italia” in partenza da Leuca, sarà anche un modo di incentivare il turismo o di rivalutare il territorio. Maglie, per esempio è una incantevole cittadina che sorge in un solco vallivo i cui bordi, costituiti da piccole alture, sono stati interessati da insediamenti umani fin dalla preistoria.  A Casarano alcuni scavi eseguiti nel 1976 hanno fatto affiorare resti di un
antico villaggio risalente all’età tardo romana, oltre a due epigrafi del I° secolo d.C.
trovate all’interno di Santa Maria della Croce, importante chiesetta paleocristiana. Alliste con i suoi 7 Km di litorale roccioso ed un mare cristallino, è un importante centro balneare: dominante nel territorio pianeggiante qui è il rilievo della Serra.

Il cammino di questa affascinante iniziativa avverrà  tra il 5 Maggio e il 5 Luglio 2012, lungo tutta la penisola. La partenza da Santa Maria di Luca è fissata per il 2 giugno 2012 e toccherà, nella passeggiata, cittadine quali Maglie, Casarano, Alliste, Gagliano del Capo.
L’arrivo sarà a Taranto in data 8 giugno, per ripartire alla volta di Matera il 10 giugno. Da qui, le persone che a Santa Maria di Leuca avevano intrapreso il cammino, proseguiranno direttamente per L’Aquila.
Il fiume di gente che partirà da Santa Maria di Leuca, attraverserà quindi molti comuni grandi e piccoli della Puglia, cercando, soprattutto al sud Italia, un dialogo con Associazioni e Amministrazioni sensibili al bisogno di rigenerazione, di far vivere tutta la forza del tessuto italiano.
La Puglia infatti ha bisogno di risorgere, è una regione che ha fortissime potenzialità e ha bisogno di essere rivalutata, di avere riconoscibilità, deve essere identificata.

Un’esperienza simile era già stata intrapresa con successo nel 2011, e aveva coinvolto oltre 700 persone.
Le tappe in Puglia prevedono un percorso medio lungo cinque o sei ore ma l’obiettivo della marcia non è dimostrare le proprie capacità fisiche, piuttosto discutere attraverso momenti di incontro a fine tappa di come lasciarsi alle spalle le lacerazioni del recente passato, attraverso idee e prospettive concrete.
Un gesto come questo cammino che parte da Leuca, sembra dare una spinta verso una rigenerazione, con un gesto eclatante e significativo che si snoderà lungo le strade meno battute della Puglia per incontrare e moltiplicare realtà, pubbliche o private che continuano a tenere aperte prospettive nuove. Sulla scia del cammino, potranno inserirsi tutti coloro che abbiano in comune una visione più ampia del loro essere al mondo.

Per partecipare:
iscrizionistelladitalia@gmail.com
Quota assicurativa: euro 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *