Sagra del Mare e dei sapori, sotto la Cascata Monumentale a Leuca

Alla fine di Luglio, una passeggiata sul lungomare di Santa Maria di Leuca, offre la possibilità di ammirare in tutto il loro splendore le ville, capolavoro della creatività di maestranze locali, costruite a partire dalla metà dell’800: sono tutte uniche per la particolarità e lo stile.
Ma Leuca non è famosa solo per le sue ville: il 25 Luglio infatti vi si svolge una famosissima sagra, denominata “Sagra del Mare e dei sapori”.
Leuca, paese di mare, mira a far degustare a turisti e visitatori alcuni piatti tipici della cucina locale, quali pasta alla pescatore , pittole al pesce, frittura di pesci vari oltre ai dolci tipici.
Il tutto accompagnato con ottimo vino del Salento.

La particolarità di questa sagra è che essa si svolge in un contesto altamente suggestivo, nei pressi della Cascata Monumentale di Leuca: una scalinata a doppia rampa con 300 scalini, collega il piazzale del Santuario con la sottostante marina di Leuca, ed inquadra questa maestosa cascata terminale dell’Acquedotto Pugliese, realizzata durante l’era fascista.
Ultimata nel 1939, la Cascata rappresenta il monumento più grandioso della zona. E’ qui che numerosi stand offriranno pasta al pesce, frittura di pesce, e non mancheranno certo dolci e bibite.
Uno stand di delizie di mare a base di pescato del giorno, offrirà tipicamente il pesce con le pittule, delle tipiche frittelle salate, di antica tradizione salentina, fatte solo di farina e acqua, ideali per uno stuzzicante antipasto.
La famosa grigliata di pesce offerta a Leuca, sarà a base di pesci dalla carne compatta e piuttosto grassa tipici della zona, come salmone, sarde, pesce spada, tonno fresco, trota, sgombro: si tratta di una delle specialità maggiormente richieste a Leuca, fatta da pesce fresco perchè il pesce fresco esalta tutti i profumi, i sapori e le qualità del pesce. Si potranno così gustare salmone a tranci, tonno, ricciola, filetti di spigola.

La cascata monumentale di Leuca rappresenta un’opera in ricordo della realizzazione dell’acquedotto pugliese, uno dei più grandi del mondo. Le due rampe che compongono la scalinata, la colonna romana, la grandiosità delle linee architettoniche, rendono efficacemente omaggio alla civiltà millenaria di Leuca. Il comitato della Festa della Madonna, con il patrocinio del Comune di Castrignano del Capo e con la partecipazione delle Associazioni del territorio si preoccuperà di preparare per i numerosissimi turisti degli ottimi antipasti freddi come Alici Marinate e Seppie Tricolori; saranno serviti anche antipasti caldi come Cozze e Vongole; seguiranno gli stand dei primi piatti Risotto Fantasia, Taglioline al Salmone, Rigatini Gamberetti e rucola, Spaghetti alle Vongole, Tris del Pescatore, Spaghetti allo Scoglio, Fagottini alle Cappe Sante, Ravioli al Salmone; infine negli stand dei secondi piatti si troveranno specialità quali zuppetta di Molluschi e Crostacei, Cappesante, Grigliata Mista, Spiedini di Gamberi, Fritto misto, Coda di Rospo.

Ai piedi della cascata e sulla colonna terminale si possono leggere iscrizioni commemorative e tra le più suggestive ci sono quelle di fede. La Festa della Madonna che a Leuca ricorre il 15 Agosto, attira sempre una moltitudine di fedeli provenienti da ogni parte d’Italia; la finalità che si prefigge il Comitato della “Sagra del mare e dei sapori” è di reperire fondi affinchè la Festa possa soddisfare i tanti fedeli e turisti che attendono sempre novità e spettacolo.
La festa della Madonna è per Leuca un importante appuntamento che mette insieme la fede
cristiana e la cultura di un popolo. Fede e folclore si fondono per regalare momenti di
partecipazione, fatti di preghiere e suggestioni. Devozione, colori, luci e suoni esorcizzano il
male, per aprire nuovi orizzonti segnati dalla vera protagonista della festa: la Madonna. La sua vita e la sua santità diventano così riferimento religioso e laico per questa comunità del Salento
La Sagra del Mare e dei Sapori, offrendo ai turisti una grandissima varietà di pietanze, raccoglie ogni anno i fondi per la festa di Agosto: le sue luminarie hanno un posto di rilievo nell’immaginario collettivo, tanti colori di luce e di forme per sottolineare che la festa non solo è grande, ma è di tutti ed è un “illuminato“ percorso di conoscenza di sé, del territorio, della propria cittadinanza, della propria identità, dei valori che ci accomunano. È sicuramente un investimento religioso, culturale e sociale che comunque mai deve coniugarsi con lo spreco, con “l’inutile”.
La serata della sagra, sarà allietata da musica popolare, balli e canti, affinchè la sagra possa diventare sempre più un evento per valorizzare questa affascinante cittadina, e che moltiplichi le opportunità e le occasioni di sviluppo sociale e culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *