Santa Maria di Leuca, Maldive del Salento

Due zone del Salento a confronto, tra storia e immaginario: Santa Maria di Leuca, la città “bianca”, e la Marina di Pescoluse detta le Maldive del Salento. Il confronto per scoprire, con le dovute proporzioni, due città simili, che distano tra loro solo una decina di chilometri, quasi gemelle per quanto riguarda il clima, la gastronomia, l’ospitalità della gente… eppure molte caratteristiche rendono diverse queste due località pugliesi, in modo da poter scegliere quale delle due si adatta meglio alle proprie esigenze turistiche.

Per quanto riguarda le coste, a Santa Maria di Leuca la costa per lo più rocciosa e bassissima, con la presenza di ampie pozze di acqua sorgiva, rende questa zona davvero unica nel suo genere, con costoni di roccia che da lontano si gettano a picco nel mare.
Nelle Maldive del Salento, la sabbia è candida e finissima per oltre 4 chilometri, e i bassi fondali e gli ampi litorali ne fanno la caratteristica meglio apprezzata. Le dune sabbiose orlano le spiagge, arricchite dalla vegetazione pioniera della macchia mediterranea dai fusti ingrossati che funzionano da serbatoi d’acqua, come la gramigna e il finocchio marino.

Dal punto di vista del tipo di cittadina, Leuca è una località grande, con oltre mille abitanti, ricca di infrastrutture che rappresentano il veicolo principale del cambiamento di una città, piena di commercio anche grazie al porto, centri adibiti al turismo, numerosi servizi per i cittadini e gli ospiti, nuove professioni.
Le Maldive del Salento, un angolo di paradiso vicino al mare, offrono stabilimenti balneari, sole, spiaggia, divertimento, i luoghi migliori per godere ore spensierate, una ricca selezioni di strutture ricettive per le vacanze. Negli ultimi anni, molti stabilimenti balneari hanno esteso la loro attività oltre il tramonto, divenendo luoghi ideali per sorseggiare un drink davanti al mare.

Leuca è meta di turismo religioso, con le leggende dell’apostolo Pietro, la chiesa del Cristo Re e la famosissima Basilica di “Santa Maria De Finibus Terrae”. E’ anche la meta di chi ama il turismo eno-gastronomico con numerose sagre che vanno dalla degustazione di piatti a base di pesce, ai vini locali. E’ una città storica pertanto il suo centro storico che si inerpica tra vicoli e stradine, è caratteristico per l’impronta medievale.
Le Maldive del Salento sono meta soprattutto balneare, che d’estate contano, anche se solo da qualche anno, oltre 35 mila presenze, mentre di inverno vi sono un centinaio di abitanti. Nei dintorni di una cittadina dall’impronta essenzialmente contadina, campagne con infiniti oliveti e vigneti, e rigogliosi alberi da frutto, offrono lo spettacolo dei muretti a secco ben conservati, di qualche menhir, delle masserie ristrutturate.

A Leuca si ammireranno bellezze davvero uniche e maestose come il faro che ancora oggi è un punto di riferimento importante, la basilica mariana sunnominata De Finibus Terrae, le tipiche le “bagnarole” che costellano il lungomare Colombo.
Alle Maldive del Salento si ammirerà la bellezza di spiagge attrezzatissime e ricche di servizi, stabilimenti con ombrelloni e sdraio, per i più piccoli animazione, parco giochi, nursery in spiaggia, e per i giovani campo da bocce, palestra, beach-volley.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *