Litorale da Leuca a Gallipoli

Tra gli itinerari che si possono percorrere lungo le coste salentine, c’è quello che da Santa Maria di Leuca, posta sull’estrema punta della penisola salentina e che si affaccia là dove il mare Ionio e quello Adriatico si incontrano, raggiunge Gallipoli, già bene dentro il vasto Golfo di Taranto, che abbraccia un arco di mare che va da Capo Leuca fino a Punta Alice, situata in Calabria, nella provincia di Crotone.

puglia-litorale05

il bel litorale pugliese

Un itinerario che abbraccia diverse tipologie di litorale, dalle alte e selvagge scogliere che costellano il Capo Leuca piano piano la costa diventa più dolce e bassa, diventando in prossimità di Gallipoli uno splendore di immense distese di sabbia, la cui bellezza è fonte di richiamo per migliaia di turisti e visitatori ogni anno. Tale tratto costiero è non di rado equiparato per la sua bellezza a certi panorami di spiagge tropicali, e sono in molti nei loro reportage di viaggi a raccontare di essere stati felicemente stupiti di trovare tanta bellezza così vicina a casa, senza dover intraprendere lunghi e costosi viaggi verso remote isole caraibiche o dell’Oceano Pacifico.

Da Leuca verso Gallipoli incontriamo Torre San Gregorio, antico centro portuale di cui oggi si può ammirare il piccolo porticciolo ricavato scavando la pietra, e proseguendo oltre giungiamo a Torre Vado. Questa piccola cittadina è da visitare per la sua dimensione ancora genuina, le sue belle spiagge e la torre medievale merlata che domina sul porticciolo. Meta di molti visitatori e turisti che la scelgono non solo per la gradevolezza e la disponibilità di strutture ma perchè vicina a luoghi veramente incantevoli da visitare durante la permanenza. A partire da Pescoluse, una delle più grandi spiagge di tutta la Puglia, i cui limiti si perdono all’orizzonte, la spiaggia di Torre Pali ed il litorale sabbioso famoso per le sue secche di Torre Mozza, paradiso dei sommozzatori per i suoi incredibili fondali ricchi di pesce. Se abbiamo tempo a sufficienza è d’obbligo una deviazione verso l’interno, per visitare Ugento, che dista dalla costa non più di 5 chilometri, dove si possono ammirare diversi monumenti di valore, tra cui il bel Museo Civico, il Castello e la Cattedrale settecentesca. Se non si fa la deviazione si percorre il tratto di mare che rappresenta la marina di Ugento, con le belle località di Torre San Giovanni, la cui costa bassa è costellata di piccole spiagge, la movimentata costa che distingue Capilungo, da cui le scogliere digradano nuovamente fino agli arenili di sabbia bianchissima di Torre Suda. Da Marina di Mancaversa anch’essa ricca di belle spiagge si comincia ad intravedere Punta Pizzo, un estensione di terreno sul mare che è un po’ lo spartiacque doppiato il quale comincia la lunga serie di marine che continuano fino a Gallipoli. E’ questo il tratto di mare maggiormente affollato di turisti e visitatori, dotato di molte infrastrutture turistiche e spiagge attrezzate. Prima di giungere nella rinomata cittadina incontriamo ancora la bella spiaggia di Baia Verde, che deve il suo nome alla particolare colorazione delle acque in questo tratto di mare, di un verde intenso, e Lido San Giovanni, a ridosso di uno dei quartieri residenziali di Gallipoli. L’escursione per chi non è esausto può continuare e terminare nel bel centro storico di Gallipoli, posto su un’isoletta che si raggiunge attraversando un ponte e cinta da un sistema murario di origine medievale che serviva a difendersi dai numerosi attacchi dei pirati provenienti dal mare. Da visitare nel borgo vecchio la Cattedrale di S. Agata, dalla facciata barocca, la Chiesa di S. Francesco Da Paola ed alcuni palazzi interessanti, tra cui Palazzo Tafuri,

Un pensiero su “Litorale da Leuca a Gallipoli

  1. Dal 26 aprile al 2 maggio 2009 ho svolto un corso di aggiornamento per insegnanti in barca a vela da Taranto a S. Maria di Leuca, ho realizzato un video. Se volete vedere e segnalare il video sul vostro sito,dovete andare su youtube e cliccare: Sulle orme della tatanta.Corso Anpefss.
    Grazie, perchè sostengo che vicino casa nostra in Italia, ci sono posti meravigliosi come il salento.
    Paolo Capezzone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *